Macchinari fai da te per cellulite

LASERI-Lipo: attraverso la biostimolazione delle vie nervose metaboliche naturali, induce una scomposizione dei trigliceridi in acidi grassi e glicerolo.Nella gallery invece, le offerte, i protocolli e i pacchetti offerti da resort, mediacalspa e ambulatori medici dove poter prenotare i trattamenti.l fascio ultrasonico, a bassa frequenza, forma delle microbolle di gas che, implodendo sotto il carico della pressione esterna, sprigionano energia eliminando le cellule adipose tramite il sistema linfatico.Dai fanghi ai bendaggi, le soluzione per eliminare la cellulite si sono evolute in sitonia con l'esigenza delle donne di trovare valide alternative alla chirurgia plastica.Si applica con un leggero e lento movimento pressorio con spinte circolarie, rotatorie, movimenti a pompaggio ed erogatori.Icoone: gisce con due differenti laser, indolore, che contribuiscono alla rigenerazione del collagene e al miglioramento della circolazione, abbinati ad un massaggio connettivale e a un’azione di aspirazione negativa-positiva sui tessuti per ottenere lo scioglimento degli accumuli adiposi.Il grasso depositato viene efficacemente riassorbito. INIEZIONIMeso e microterapia: gli accumuli adiposi vengono sciolti iniettando sostanze drenanti e vasoattive (come caffeina, tiroxina, sotto la cute.Mantis: comincia con un massaggio meccanico motorizzato, con potenze e frequenze di stimolazione differenti.La luce del laser irradia le cellule adipose sfruttando il sistema le sedute di LPG si eseguono con un macchinario costituito da rulli che esercitano un massaggio profondo e linfodrenante in grado di muovere gli accumuli di liquidi responsabili della cellulite.Dagli ultrasuoni al congelamento, ecco, di seguito, le soluzioni più efficaci e allo stesso tempo poco (o per niente) invasive tra cui scegliere.Fondamentale è in questo caso la bravura del massaggiatore che deve consocere perfettamente il circolo linfatico e le zone da trattare.Grazie a questo movimento viene inoltre riattivata la circolazione sanguigna e linfatica, tonificando la pelle, riducendo i cuscinetti e rimodellando le curve.In contemporanea il manipolo emette un flusso di campi magnetici pulsati che attivano la microcircolazione favorendo il riassorbimento dell’acqua in eccesso e delle sostanze tossiche.A primavera torna protagonista la cellulite, l'inestetismo più odiato in vista della prova costume ma anche l'oggetto del mese della prevenzione alla cellulite che l'Isplad (Società Italiana di Dermatologia Plastica, Oncologica e Rigenerativa) ha indetto proprio per maggio.

La differenza è che la mesoterapia usa aghi più lunghi (e più dolorosi), mentre la microterapia sfrutta aghi più corti e sottili e, solitamente, inietta una soluzione ipersalina che richiama i liquidi del tessuto adiposo verso il derma dove i vasi sanguigni linfatici possono smaltirli.Ozono e carbossiterapia: la prima consiste nell'iniezione di ossigeno (ozono) con piccoli aghi da rughe per ossigenare l'area, mentre la seconda è l'iniezione di anidride carbonica per migliorare la circolazione e aiutare a sciogliere gli accumuli di grasso.Linfodrenggio: una tecnica di massaggio manuale che favorisce il drenaggio dei liquidi linfatici ristagnanti facilitandone il deflusso.Il check-up è infatti il primo passo per scegliere il trattamento più adeguato al proprio tipo di cellulite.TERMOTRATTAMENTIla pelle rimane incastrata tra due piastre, che applicano un forte raffreddamento della parte interessata, sottraendo così energia termica alle cellule adipose, che vengono danneggiate senza intaccare lo strato di cellule cutaneo.


azn0wnz      
Collaborando con il brand dermocosmetico , l'Isplad promuove una maggiore conoscenza della cellulite mettendo a disposizione i suoi dermatologi che, fino al 31 maggio, potranno fare check up strumentali gratuiti che daranno diritto anche a buoni sconto sui prodotti Bio Nike.